Menu
RSS
Ordinanza del Tribunale di Roma R.G. nr. 12595/2016

Ordinanza del Tribunale di Roma R.G. nr. 12595/2016

IN ALLEGATO ORDINANZA COLLEGIALE DEL TRIBUNALE DI ROMA R.G...

INSIEME PER SALVARE UN CANE: IL CUORE DEI VOLONTARI SI VEDE GIA' DAI LORO PAPA'.

INSIEME PER SALVARE UN CANE: IL CUORE DEI VOLONTARI SI VEDE …

Nella tarda mattinata di domenica una socia dell’Associazion...

NUCLEI ANPANA DI PARMA E MODENA INSIEME PER ESERCITAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE

NUCLEI ANPANA DI PARMA E MODENA INSIEME PER ESERCITAZIONI DI…

NUCLEI ANPANA DI PARMA E MODENA in campo per esercitazione d...

ANPANA LUCCA: 54 TURNAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE AL SUMMER FESTIVAL 2019

ANPANA LUCCA: 54 TURNAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE AL SUMMER F…

Dopo oltre un mese di servizi assistenza alla popolazione, s...

A RAVENNA CIBO PER ANIMALI RACCOLTO NEI GIORNI DI FESTA GRAZIE AI NOSTRI VOLONTARI

A RAVENNA CIBO PER ANIMALI RACCOLTO NEI GIORNI DI FESTA GRAZ…

Raccogliere cibo per cani e gatti in difficoltà é una necess...

CORSO ED ESAMI U.S.A.R. PER I NOSTRI CINOFILI DI LIVORNO

CORSO ED ESAMI U.S.A.R. PER I NOSTRI CINOFILI DI LIVORNO

A Rimini corso U.S.A.R. Urban Search And Rescue per esami di...

Permesso retribuito del lavoratore e animale d'affezione.

Permesso retribuito del lavoratore e animale d'affezione.

La Suprema Corte di Cassazione dispone come vi sia il di...

Continuano le attività ANPANA Novara Onlus in soccorso all’Avifauna selvatica con il CRAS WWF Vanzago

Continuano le attività ANPANA Novara Onlus in soccorso all’A…

  Anche per l’anno 2016 è stata rinnovata la collaborazione...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA SUI COOKIE

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali  dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l'uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l'applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

Visita AboutCookies.org per ulteriori informazioni sui cookie e su come influenzano la tua esperienza di navigazione.

I tipi di cookie che utilizziamo

Cookie indispensabili

Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche, come ad esempio accedere alle varie aree protette del sito. Senza questi cookie alcuni servizi necessari, come la compilazione di un form per un concorso, non possono essere fruiti.

Performance cookie

Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ad esempio, quali sono le pagine più visitare, se si ricevono messaggi di errore da pagine web. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore. Tutte le informazioni raccolte tramite cookie sono  aggregate e quindi anonime. Vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento di un sito web.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

Cookie di funzionalità

I cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall’utente (come il nome, la lingua o la regione di provenienza) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate. Questi cookie possono essere utilizzati anche per ricordare le modifiche apportate alla dimensione del testo, font ed altre parti di pagine web che è possibile personalizzare. Essi possono anche essere utilizzati per fornire servizi che hai chiesto come guardare un video o i commenti su un blog. Le informazioni raccolte da questi tipi di cookie possono essere rese anonime e non in grado di monitorare la vostra attività di navigazione su altri siti web.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

Come gestire i cookie sul tuo PC

Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito,

Google Chrome
1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e selezionare Opzioni
2. Fai clic sulla scheda 'Roba da smanettoni' , individua la sezione 'Privacy', e seleziona il pulsante "Impostazioni contenuto"
3. Ora seleziona 'Consenti dati locali da impostare'

Microsoft Internet Explorer 6.0, 7.0, 8.0, 9.0
1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e seleziona 'Opzioni Internet', quindi fai clic sulla scheda 'Privacy'
2. Per attivare i cookie nel tuo browser, assicurati che il livello di privacy è impostato su Medio o al di sotto,
3. Impostando il livello di privacy sopra il Medio disattiverai l’utilizzo dei cookies.

Mozilla Firefox
1. Clicca su "Strumenti" nella parte superiore della finestra del browser e seleziona “Opzioni”
2. Quindi seleziona l'icona Privacy
3. Fai clic su Cookie, quindi seleziona 'permetto ai siti l’utilizzo dei cookie'

Safari
1. Fai clic sull'icona Cog nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze"
2. Fai clic su 'Protezione', seleziona l'opzione che dice 'Blocco di terze parti e di cookie per la pubblicità'
3. Fai clic su 'Salva'

Come gestire i cookie su Mac
Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito:

Microsoft Internet Explorer 5.0 su OSX
1. Fai clic su 'Esplora' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione "Preferenze"
2. Scorri verso il basso fino a visualizzare "Cookie" nella sezione File Ricezione
3. Seleziona l'opzione 'Non chiedere'

Safari su OSX
1. Fai clic su 'Safari' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze"
2. Fai clic su 'Sicurezza' e poi 'Accetta i cookie'
3. Seleziona “Solo dal sito”

Mozilla e Netscape su OSX
1. Fai clic su 'Mozilla' o 'Netscape' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l'opzione "Preferenze"
2. Scorri verso il basso fino a visualizzare i cookie sotto 'Privacy e sicurezza'
3. Seleziona 'Abilita i cookie solo per il sito di origine'

Opera
1. Fai clic su 'Menu' nella parte superiore della finestra del browser e seleziona "Impostazioni"
2. Quindi seleziona "Preferenze", seleziona la scheda 'Avanzate'
3. Quindi seleziona l’opzione 'Accetta i cookie "

 

Google Analytics

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google , Inc. ( "Google") . Google Analytics utilizza dei "cookies" , che sono file di testo depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito . Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web   ( compreso il Vostro indirizzo IP anonimo ) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google . Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, ma si prega di notare che se si fa questo non si può essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web . Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati .

Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l'elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser :http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en

A+ A A-

LOGHI E MARCHI ANPANA: OGNI VIOLAZIONE E' PUNITA DALLA LEGGE

 

CLAMOROSA DISINFORMAZIONE AD OPERA DI CHI SI AUTOAUTORIZZA ALL'USO DI MARCHI REGISTRATI, CALUNNIANDO E DIFFAMANDO IL LEGITTIMO TITOLARE DEL DIRITTO SUGLI STESSI

 

In relazione alle falsità e le minacce pubblicate su un sito non riconosciuto da ANPANA è doveroso precisare alcuni punti fondamentali al fine di ristabilire la verità dei fatti.

I marchi ANPANA vennero depositati nel 2017 e registrati nel 2018, previa verifica da parte dell’UIBM gli stessi vennero PUBBLICAMENTE definiti registrabili con Bollettino Ufficiale n.73 del 07.09.2017. Quindi coloro che avevano interesse ad opporvisi avevano il modo e il tempo per farlo. Trascorso senza opposizioni il tempo stabilito, l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) provvide alla loro registrazione a nome ANPANA.

Per tanto la Direzione Generale Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, contattata da chi vanta arbitrarie pretese sulla titolarità dei loghi ha semplicemente riscontrato la regolarità della procedura per l’attribuzione della titolarità dei marchi ANPANA.

Quindi è falso affermare che gli stessi siano stati registrati già dal 1985 ed è falso attribuire al registrante intenti truffaldini. Egli ha semplicemente tutelato l’ANPANA dal rischio di abusi.

ANPANA, secondo norme statutarie, riconosce solo alle proprie Sezioni il diritto di usare i marchi con esclusione di altri soggetti.

Tanto premesso ed atteso che su questo sito era stata ampiamente diffusa la diffida, si avverte che:

ANPANA ha già raccolto ampio materiale costituente illecito per depositarlo presso le Sedi opportune.

Si considera calunniatoria e diffamatoria la menzione di un ipotetico tentativo di truffa quando invece vi è un uso e rivendicazione legittima dei segni distintivi di ANPANA come previsto dal Codice Penale, dal Codice Civile e dal Codice della Proprietà Industriale.

Si nota ancora che in quella Sede si parla di espulsioni orbene è opportuno chiarire che ANPANA ha citato in giudizio soggetti realmente espulsi nel 2015 e soggetti che millantano cariche mai riconosciute dall'Associazione.

Considerata la gravità delle affermazioni riportate nel sito denunciato di cui ne risponderrano presso l’Autorità giudiziaria gli autori unitamente ai detentori dei profili facebook, del sito stesso e di chiunque arbitrariamente ostenta i marchi ANPANA e partecipa attraverso condivisioni a una CAMPAGNA CALUNNIATORIA E DIFFAMATORIA in danno di persone e dell'Associazione.

L’impegno delle 40 storiche sezioni che hanno fondato l'ANPANA a partire dal 1985 distribuite su quasi tutto il territorio italiano è prospero di quotidiane azioni per il conseguimento dei fini staturari nella tutela e nella salvaguardia degli animali e dell’ambiente nonostante le continue attività di disturbo che questa associazione tutta, subisce da quasi tre anni.

L’articolo pubblicato sul sito menzionato che ha portato alla necessità di queste doverose precisazioni ne è la prova.

Si ricorda che il Codice Civile tutela l’eventuale diritto al preuso di marchi laddove esistente ma che per ottenere il riconoscimento di tale diritto è necessario provarlo attraverso un procedimento giudiziario presso il Tribunale Civile.

Ne consegue che in assenza di una Sentenza, che, previo verifica dell'eventuale diritto vantato, legittimi l’utilizzo, vi è una inequivocabile violazione di legge.

Il Codice Civile dispone anche sulla REGISTRAZIONE DI UN MARCHIO attribuendo ad esso una TUTELA ASSOLUTA: per tanto la sua violazione attraverso un uso non autorizzato è passibile di querela e di risarcimento del danno.

 

In foto le legittime certificazioni della titolarità degli storici marchi di ANPANA con sede in Circonvallazione Clodia a Roma, che appartengono ai Soci che hanno scelto di farsi rappresentare da chi hanno eletto con liberalità e democratcità.

 

Read more...

[ANPANA CALABRIA ONLUS] : PROGETTO SIDA PROTOCOLLO D’INTESA PER INVESTIGARE CONTRO I DELITTI ANIMALI

CROPANI – Il fenomeno del maltrattamento e uccisione di animali è diventato, purtroppo, una pratica macabra e crudele che sta prendendo piede in diverse città. Molti i casi segnalati alle autorità competenti da cittadini preoccupati per i numerosi episodi.
Dopo il cane trovato impiccato a S. Pietro Lametino nella giornata di Venerdì dove interveniva la Polizia Locale di Lamezia Terme e per il quale erano intervenute anche le Guardie Ecozoofile, l’ultimo risale a martedì 29 Agosto 2017 mattina, quando la sala operativa delle Guardie Ecozoofile di FareAmbiente del Comando Provinciale di Catanzaro con sede a Lamezia Terme, ha ricevuto una telefonata di un cittadino che segnalava la presenza di due cani morti all’interno di un terreno nel Comune di Cropani nella zona marina.
Ad intervenire un gruppo SIDA: Squadra Investigativa contro i Delitti Animali.
Il Sida nasce come coordinamento che unisce diverse associazioni che hanno come guardie agenti di Polizia Giudiziaria specializzati in delitti e maltrattamento animale con specifiche competenze etologiche, criminalistiche e criminologiche.
Nel caso specifico sono intervenuti il Dir. ANGELINI Giuseppe e Sovr. CIMINO Maurizio delle Guardie Ecozoofile di FareAmbiente Catanzaro, Feudale Saverio responsabile del Nucleo di Catanzaro del WWF Italia e Garcea Giuseppe Ispettore Regionale ANPANA Calabria Medico Veterinario esperto del settore.
Sul posto anche una pattuglia della Stazione Carabinieri di Cropani e i Veterinari dell’Asp di Catanzaro.
Gli operatori intervenuti non potevano fare altro che constatarne il decesso e una volta fatte le operazioni di rito hanno provveduto a contattare la ditta convenzionata Omas per il recupero delle carcasse e il successivo trasferimento presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno di Catanzaro lido per i dovuti accertamenti autoptici al fine di accertarne le effettive cause della morte.
Gli agenti della Guardie Ecozoofile intanto, hanno sporto denuncia all’Autorità Giudiziaria in attesa di ulteriori indagini.
Dall’inizio dell’anno, casi come questo sono in deciso aumento, soprattutto nell’ultimo periodo. L’uccisione di animali e il maltrattamento, tra l’altro, sono reati punibili penalmente, chi si macchia di questi atti contravviene, infatti, alle disposizioni di cui all’Art. 544 bis, maltrattamento di animali, 544 ter uccisione di animali, e 638 C.P. che prevedono la reclusione fino a due anni o una multa che può arrivare a 30000 euro.
Le Guardie Ecozoofile fanno presente che sono impegnate continuamente su tutto il Territorio Provinciale e le difficoltà che si incontrano sono tante, una collaborazione da parte di tutti è una soluzione per risolvere tali problematiche, non bisogna avere timore nel denunciare reati come questo, perché anche tenere un cane a catena per 24h consecutive rientra come reato di maltrattamento.

Claudio Campanozzi

Fonte : http://www.lameziainstrada.com/cronaca/cropani-trovati-cadaveri-di-due-cani-indagini-in-corso

 

Read more...
Subscribe to this RSS feed